Comitato A.R.C.A. - La pedemontana Rivive!

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home
E-mail Stampa PDF

Giro d'Italia 2021, ode al Tagliamento

La 14' tappa del giro d'Itallia ha visto ancora una volta come protagonista lo Zoncolan ma è su un lungo inciso del telecronista che vogliamo soffermarci.

Quando mancano 32 chilometri all'arrivo infatti il giornalista tesse le lodi del Tagliamento parlando della sua bellezza e della sua importanza sotto diversi punti di vista (dal minuto 1:38:09).

Possibile sia evidente a tutti, tranne a chi ci amministra, la ricchezza effettiva e potenziale di questo fiume?

 

Ecco quella che sembra un'ode al nostro fiume:

Tagliamento-dal-monte-di-Ragogna

"...tronconi quanto mai adeguati al Tagliamento, uno dei fiumi più belli d'Europa e del mondo, perchè i fiumi sono come le opere d'arte, vanno anche restaurati.

Il Tagliamento è così puro, così selvaggio nel suo scorrere che in certi momenti non diventa un fiume unico ma sembrano tanti canali insieme in un unico enorme di sassi che hanno una storia incredibile lunga più di mezzo milione di anni.

E proprio questi tanti canali che ricordano le trrecce di una bella signora che attraversano tutto il Friuli, rimane in Friuli i 5/6 del suo corso, sono una vera scuola nel lavoro di rinaturalizzazione fluviale.

Dovete sapere una cosa strana, ma in alcune parti illuminate del mondo cii si accorge di aver fatto dei danni al corso naturale dei fiumi e si opera un restauro perchè il loro corso torni quello di prima.

Il Tagliamento è così bello e selvaggio che viene preso come esempio preziosissimo e quasi unico di come un fiume naturale scorre torrentizio, era detto anche dagli antichi rapax e ferox, rapace e feroce perchè appunto incontrollabile.

Sopra ci vola addirittura il grifone ma dentro gamberi di fiume, tritoni crestati,la vipera col corno, molto rara, la trota marmorata e addirittura la puzzola nei boschi.

Fare un viaggio lungo il Tagliamento, che è un fiume non molto lungo ma pieno di intensità, è fare un viaggio indietro nel tempo quando la natura era ancora così incontaminata che oggi per ricordarcela com'era dobbiamo solo venire qui."